Radstadt

Gioiello incantevole in mezzo alle montagne affascinante

Nel 1074 »Rastat« viene menzionata per la prima volta in documenti. Nel 1289 Radstadt riceve il diritto di città sotto l’arcivescovo Rudolf von Hohenegg per la sua posizione strategicamente importante sull’antica strada romana da Aquileia, attraverso i Tauri di Radstadt fino a Juvavum (città di Salisburgo).

Nel pieno medioevo Radstadt diviene una fiorente città del commercio. Nel periodo delle guerre dei contadini sotto Michl Gaismair (1525–26), la città resiste all’assedio di 5.000 contadini e riceve nel 1527 il grande documento di libertà dall’arcivescovo Matthäus Lang.

Dopo numerose occupazioni di truppe austriache, bavaresi e francesi, la città diviene territorio della corona austriaca nel 1816.