Bludenz

Mercato e sala riunioni delle cinque valli alpine

Chiesa di San Lorenzo e Castello di Gayenhofen
La chiesa, di rito cattolico romano, è situata su una collina accanto al castello barocco di Gayenhofen. Con il suo campanile a bulbo ben visibile anche da lontano, è l’emblema di Bludenz. Venendo dal castello, è raggiungibile attraversando un arco della porta. Dalla città si sale a piedi dalla Herrengasse. Dalla Porta superiore della città e dal Museo della città si può raggiungere percorrendo una scala coperta. L’edificio sacro fu distrutto dall’incendio cittadino del 1491, quindi ricostruito. Oggi ospita un magnifico altare maggiore in marmo nero realizzato nel 1720. Tre campane combinano i loro suoni per richiamare i fedeli e gli abitanti della città.

Il Castello di Gayenhofen,
accanto alla chiesa, si distingue per le sue tinte color rosa chiaro. L’edificio fu costruito a partire dal 1222 dai conti von Werdenberg. Oltre a Bregenz e Feldkirch, anche Bludenzè stata una città fortificata nel medioevo. La città di Bludenz ha acquistato il castello nel 1936 e lo ha consegnato alla regione Vorarlberg. Ristrutturato all’inizio degli anni Sessanta, dal 1963 ospita gli uffici del capoluogo distrettuale di Bludenz. Il castello è disposto su tre piani a pianta strettamente rettangolare. È uno dei rari castelli austriaci in stile classicista al di fuori di Vienna.
>> Bezirkshauptmannschaft Bludenz, Schloß-Gayenhof-Platz 2, 6700 Bludenz

Centro storico
A Bludenz si trovano cosi tanti edifici medievali e frammenti di fortificazioni storiche che non è facile decidere da dove incominciare! Ogni passeggiata nel centro storico è sempre un’avventura unica. Si può ad esempio partire dalla piazza Postplatz presso la Werdenbergerstraße, chiamata cosi in onore dei conti di Werdenberg-Heiligenberg, antichi governatori della città. Dalla Postplatz si prosegue nella zona pedonale. Si passa per un’antica casa nobiliare che oggi ospita una libreria. Le grandi e imponenti residenze delle ricche famiglie patrizie segnano ancora oggi il volto della città di Bludenz, soprattutto nella già menzionata Werdenbergerstraße. Queste case, con le loro facciate, portoni e timpani sontuosi, furono costruite nel Seicento e meritano una visita. I porticati coprono quasi tutto il centro cittadino e, soprattutto in estate, contribuiscono a conferire a Bludenz un’atmosfera meridionale. Nella piazza davanti al municipio si trova la piccola ma impressionante fontana di San Nepomuk, realizzata nel 1730 dallo scultore tardobarocco Johann Ladner. La fontana rappresenta San Nepomuk, santo protettore dall’insinuazione e diffamazione.

Porta superiore e Museo della città

Questi due monumenti, per quanto unici e indipendenti, convivono felicemente assieme. La Porta superiore si trova all’uscita occidentale delle Kirchgasse e Herrengasse. Il Museo della città si trova nell’edificio della Torre superiore, edificata nel Quattrocento, i cui tre piani con tetto a padiglione si ergono al di sopra delle mura cittadine. La porta ha un arco acuto e nel piano superiore ospita una fila di finestre a feritoia. Nel museo sono esposti circa 500 pezzi, tra cui antiche biciclette, bauli, numerosi oggetti d’arte regionale e mobili antichi. Si possono inoltre ammirare camere riprodotte con arredi originali e quadri di valore.
>> Stadtmuseum, Kirchgasse 9, 6700 Bludenz, T +43 5552 63621 236

Monumento Riedmiller
Questo monumento nella Werdebergerstrasse fu realizzato nel 1905 da Georg Matt. Rappresenta un uomo pronto a combattere, con la sciabola tesa nell’aria: si tratta di Bernhard Riedmiller, un capitano tiratore di Bludenz. Militò contro Napoleone tra il 1796 e il 1799 e, con il grado di maggiore, difese Bludenz dai francesi.

Chiesa dell’ospedale nella Kirchgasse

Un tempo, al civico 2 della Kirchgasse sorgeva l’ospedale civico di Bludenz. L’antica istituzione è oggi ricordata dalla chiesa dell’ospedale, al successivo civico 4. Entrambi gli edifici furono costruiti intorno al 1300. La chiesa è stata vittima di tre incendi, l’ultima volta nel 1682. Fu in seguito ristrutturata e riconsacrata nel 1694. Da allora, la chiesa della Santa Trinità è rimasta invariata in forma e stile. A quell’epoca, l’ospedale offriva alloggio a cittadini malati e viaggiatori indigenti.
>> Dreifaltigkeitskirche, Kirchgasse 4, 6700 Bludenz

Acquavventura Val Blu
A Bludenz non si sale soltanto sulle vette delle montagne, ma ci si può anche immergere in profondità – nel parco acquatico Val Blu. Un paradiso per il tempo libero con una superficie totale di 1.800 metri quadrati, di cui 420 d’acqua che invitano a sguazzare felici, all’aperto o al coperto. Ampia zona relax, ottima gastronomia e grande reparto saune, e tanti massaggi per coccolare il proprio corpo.
>> VAL BLU Resort & Spa, Haldenweg 2a, 6700 Bludenz, T +43 5552 63106, www.valblu.at

Muttersberg
È la terrazza al sole di Bludenz. In estate come in inverno, chi ha fame di raggi solari sale sul monte Muttersberg a bordo della moderna funivia che trasporta i visitatori a quota 1.400 metri. I più sportivi possono in alternativa noleggiare un’e-bike alla stazione di valle e pedalare fino a monte. Una volta raggiunta la cima, si consiglia innanzitutto di visitare il rifugio alpino con la sua enorme terrazza al sole, da cui si gode una vista mozzafiato su Bludenz. Sono disponibili sedie sdraio e accesso internet gratuito. Il menu offre cibi sostanziosi e regionali, come ad esempio i “Käsespätzle” (gnocchetti al formaggio) –pura poesia. I gestori del ristorante hanno fatto installare un parco giochi interno per i più piccini. Il rifugio è anche il punto di partenza per meravigliose camminate. Chi preferisce andare in mountain bike troverà tanti percorsi ideali. Informazioni dettagliate disponibili presso l’osteria, la stazione di valle o l’ufficio del turismo.
>> Muttersberg, Hinterplärsch 5, 6700 Bludenz, T +43 5552 68035, www.muttersberg.at