Austria Classic Tour

Breve descrizione dei nostri tour 

Valli ripide, picchi aguzzi: da Imst a Feldkirch

220 chilometri
Imst-Warth-St. Anton-Galtür-Feldkirch

Dopo la colazione, un po’ di divertimento e relax è garantito dall“Alpine Coaster“, una pista estiva per slittini di qualità professionale. Dopo una discesa fulminea su questa pista si riprende il viaggio e il primo brivido arriva con una salita al passo Hahntennjoch. Le celebri stazioni invernali di Lech e Warth, il passo dell’Arlberg, il paese di Galtür e la strada alpina della Silvretta sono una delizia alpina per qualsiasi conducente. Sulla tappa lungo il Montafon il livello dell’adrenalina rientra a quota normale, fino alla conclusione del tour presso Feldkirch.

Tanta strada per un... cappuccino: da Zell am See a Imst

Zell am See - Imst

336 chilometri
Zell am See-Mittersill-StallerSattel-Jaufenpass-Timmelsjoch-Imst

Non c’è molto da dire su questo itinerario, se non che la guida sarà tutta assorbita e concentrata sulle curve e sulle Alpi. La strada a senso unico temporizzato sul passo Stallersattel conduce verso l’Italia, mentre il percorso angusto e spettacolare sul pendice italiano del Timmelsjoch ci riporta di nuovo in Austria. Qui si scende in tutto relax su una tappa quasi autostradale fino ad arrivare a Imst.

Attraversamenti alpini a go-go: da Radstadt a Zell am See

Radstadt - Zell am See

319 chilometri
Radstadt-Mauterndorf-Oberdrauburg-Lienz-Großglockner-Zell am See

La mattina si apre subito nel segno promettente di un nuovo attraversamento dei Tauern, sul passo Radstädter Tauern.  Neanche il tempo di scaldare muscoli e motori, che già ci aspetta il valico successivo. Ecco dunque i meravigliosi paesaggi lungo il fiume e una rapida tappa attraverso la valle Mölltal fino a Heiligenblut, per poi dedicarsi al piatto forte di ogni giro in Austria che si rispetti: il Großglockner. Questa straordinaria strada alpina lascia i suoi viaggiatori senza parole, accompagnandoli fino alla meta della giornata, Zell am See.

A spasso nel mondo della tecnica e della natura: da Judenburg a Radstadt

Judenburg – Radstadt

276 chilometri
Judenburg-Hieflau-Trieben-Mitterdorf-Radstadt

Il percorso di questa tappa è caratterizzato da gole romantiche e selvagge e scorci di miniere. Il paese di Eisenerz ai piedi del monte Erzberg offre impressionanti soggetti fotografici con i suoi scavi a giorno e gli enormi autocarri in movimento. Si prosegue lungo il fiume Enns, passando per il convento benedettino di Admont e la miniera d’argento di Oberzeiring, per ritrovare solo dopo un lungo tragitto un “vero” passo, il Sölkpass, grazie al quale si attraversano le montagne del Tauern per approdare infine a Radstadt.

Le mille curve della Toscana in Stiria: da Bad Radkersburg a Judenburg

Bad Radkersburg– Judenburg

315 chilometri
Bad Radkersburg-Leibnitz-Frantschach-Diex-Twimberg-Pack-Judenburg

Agli americani il Jurassic Park, agli stiriani... lo Styrassic Park! Osservare i dinosauri a grandezza naturale nel parco preistorico di Bad Gleichenberg è un modo emozionante per incominciare la giornata. Proseguendo, le colline si fanno più alte per diventare piccole montagne e, dopo avere attraversato il passo Weinebene, si giunge finalmente alla rocca di Hochosterwitz nella provincia austriaca più meridionale: la Carinzia. La tappa, una volta famosa per le corse di montagna attraverso il passo Klippitztörl, rappresenta un degno finale prima dell’arrivo a Judenburg.

La Puszta, il vino e le acque termali: da Rust a Bad Radkersburg

Rust - Bad Radkersburg

275 chilometri
Rust-Andau-Deutschkreuz-Lockenhaus-Güssing-Bad Radkersburg

Attraverso un paesaggio ricco di contrasti, il percorso si snoda su un bassopiano simile alla Puszta, fino alla riva occidentale del Lago di Neusiedl, verso l’Ungheria. Sconfinando si può completare il giro del lago, e poi via alla conquista delle strade del Burgenland con le ruote! Si prosegue lungo il confine per boschi e vigneti in direzione sud. Per la degustazione dei diversi vini della zona, come il Uhudler, si dovrà però aspettare fino all’arrivo, a Bad Radkersburg.

Strudel caldo nella “Cucina fredda”: da Baden/Vienna a Rust

Baden presso Vienna– Rust

297 chilometri
Baden-Kernhof-Neuberg-Steinhaus-Feistritzsattel-St. Corona-Forchtenstein-Rust

Il programma include le tappe più amate dai Viennesi. Il passo Rohrer Sattel, la leggendaria trattoria“Kalte Kuchl” (“Cucina fredda”) dove si serve il famosissimo strudel di ricotta, il passo Ochssattel e il Teatro dei cammelli di Kernhof. Non li conoscete? Sono tutti da scoprire! Da non perdere anche Mariazell. In seguito le occasioni culturali si diradano ma la strada rimane molto interessante. Si passa per una grotta e per la fortezza di Forchtenstein– tappa irrinunciabile nel Burgenland. Alla fine della giornata, arrivo al Lago di Neusiedl e a Rust, la città delle cicogne.

Nella patria dei papaveri: da Wels-Steyr-EnnsaBaden/Vienna

Wels-Steyr-Enns - Baden presso Vienna

257 chilometri
Wels-Enns-Arbesbach-Zwettl-Krumau am Kamp-Fels am Wagram-Grub-Baden presso Vienna

Attraversato di nuovo il Danubio, si entra nella regione del Waldviertel. Le sue strade meravigliose e ricche di curve inattese invitano a una cavalcata veloce. C’è da fermarsi soltanto per visitare le rovine dei vecchi castelli e il museo delle moto a Eggenburg. Attraversata rapidamente la pianura del Tullnerfeld, si passa per il convento cisterciense di Heiligenkreuz per raggiungere la meta di questa tappa, Baden presso Vienna, dove degustare i vini loca

In bilico tra rocche e monasteri : da Schärding a Wels-Steyr-Enns

Schärding - Wels - Steyr –Enns

195 chilometri
Schärding-Oberkappel-Haslach-St. Veit im Mühlkreis-Aschach-Wels

Un must culturale di questo itinerario è il convento di Engelhartszell sul Danubio, dove oggi i frati trappisti si occupano della conservazione della celebre chiesa in stile rococò. Si continua poi attraverso la regione del Mühlviertel, di cui le numerose rovine ci ricordano il turbolento passato. Anche il Convento dei Canonici Schlägl merita una visita. Dopo avere attraversato il Danubio si possono raggiungere le città di Wels, Steyr o Enns.

In viaggio col costume da bagno – 7 laghi, numerose colline: da Bad Ischl a Schärding

Bad Ischl – Schärding

215 chilometri
Bad Ischl - Unterach-Mondsee-Mattsee-Schärding

Laghi a perdita d’occhio. Dalla residenza imperiale estiva si viaggia lungo il lago Traunsee passando per il famoso castello di Orth. Quindi, dopo un mezzo giro attorno al lago Attersee, si raggiunge il Mondsee e si prosegue verso lo Zellersee. In mezzo ai laghi Trumerseen si trova il Castello di Mattsee, sull’ultimo specchio d’acqua dell’itinerario. Da non perdere le officine della fabbrica KTM a Mattighofen, prima di raggiungere la meta finale del tour - la città delle birrerie Schärding

Clima termale e villeggiature imperiali: da Hall/Tirolo a Bad Ischl

Hall nel Tirolo - Bad Ischl

324 chilometri
Hall-Achensee-Bayrischzell-Fieberbrunn-Dienten-Werfen-Bad Ischl

Una visita al Mondo dei Cristalli apre la giornata all’insegna della meraviglia, quindi il viaggio prosegue alla scoperta delle cime rocciose del Wilder Kaiser, tutte da ammirare, dei gradevoli rilievi attorno al Grießenpass e dei prati alpini lungo la strada che attraversa il Postalm. La giornata culmina con una passeggiata nella città imperiale di Bad Ischl.

Montagne, boschi, birra e castello: da Feldkirch a Hall/Tirol

Feldkirch - Hall in Tirol

320 chilometri
Feldkirch-Au-Balderschwang-Sonthofen-Bichlbach-Linderhof-Hall in Tirol

Tra le meravigliose vedute dal passo Furkajoch, sulle tracce dell’Oberallgäu-Historic-Rallye glissando per le strade del Bregenzerwald e il passo Riedberg, e una sosta nella birreria più alta a Rinnen, il tour si conclude nella storica città di Hall con visita al castello di Linderhof - un brivido culturale tutto da gustare